Mazinga Nostalgia

In una nuova versione speciale, riveduta e ampliata in due volumi, arriva in libreria per i 40 anni di Goldrake in Italia

Marco Pellitteri – MAZINGA NOSTALGIA. Storia, valori e linguaggi della Goldrake-generation dal 1978 al nuovo secolo – IV edizione

Mazinga Nostalgia è ormai considerato lo studio più importante per capire l’immaginario visuale e la varietà di contenuti dell’animazione giapponese, nonché per sfatare i luoghi comuni e i pregiudizi su di essa.

Che differenza c’è fra Capitan Harlock e il Corsaro Nero? Qual è lo scarto linguistico fra le avventure di Superman e quelle di Jeeg Robot d’Acciaio? Come inserire Candy Candy nella tradizione del romanzo d’appendice?

Con un’indagine incrociata, e vivacemente multidisciplinare, Marco Pellitteri s’interroga sui rapporti che intercorrono tra gli eroi dell’immaginario occidentale pretelevisivo e quelli delle generazioni cresciute con i personaggi televisivi e multimediali provenienti dal Giappone dalla metà degli anni Settanta.

Quanto c’è di nuovo in questa nuova versione, che ha necessitato di una suddivisione in due volumi?

Mazinga Nostalgia è triplicato: se le precedenti edizioni/ristampe oscillavano fra le 428 e le 500 pagine, questa conta 1600 pagine!

Tutti i contenuti di Mazinga Nostalgia sono stati completamente aggiornati, corretti, integrati e ripensati producendo un’edizione molto più informativa e approfondita delle precedenti.

L’elenco delle novità è molto lungo: una nuova introduzione, delle nuove conclusioni, un’intervista esclusiva a Jacques Canestrier (il distributore di Goldrake in Francia, colui che ne rese possibile la trasmissione per la prima volta), interviste ai registi Rintaro, Toshio Hirata e Sayoko Kinoshita; un capitolo sul perché delle esplosioni fungiformi rituali nell’animazione di fantascienza; un capitolo di riflessione sulla guerra e la storia nei manga e negli anime; un lungo capitolo di approfondimento su adattamenti e censure; enormi approfondimenti storico-critici e informativi sul genere dei super robot; un nuovo capitolo del tutto dedicato a Goldrake, ai retroscena della sua creazione e produzione in Giappone e all’arrivo in Francia e in Italia; un capitolo storico sulla nascita dell’anime boom in Italia; un supplemento iconografico a colori di 32 pagine (nelle edizioni precedenti era di 16); una “emeroteca” di 160 pagine con un enorme numero di riproduzioni in b/n di articoli d’epoca su Goldrake e gli anime dal 1978 al 1984, tutti commentati; commenti critici su alcuni saggi pionieristici e malamente informati sull’animazione giapponese; la ricostruzione del “caso Dragon Ball”, quando l’anime fu denunciato da CittadinanzAttiva a causa delle scene in cui Bulma mostra le pudenda al Maestro Muten, con riflessioni approfondite su pedofilia, confine fra arte e pornografia; 160 schede critiche monografiche sulle serie animate storiche (erano 40); varie appendici informative, riferimenti biblio-filmografici molto corposi e un indice dei nomi dettagliatissimo…

A questo mastodontico lavoro di Marco Pellitteri si aggiungono poi i contributi critici di numerosi collaboratori, incluso lo staff di RadioAnimati!

Marco Pellitteri (Palermo 1974) è sociologo dei media e dei processi culturali. Le sue ricerche vertono sulle sociologie del fumetto e del cinema d’animazione, sulle politiche e culture dell’emittenza e del consumo televisivi e sull’impatto delle industrie visuali giapponesi nei contesti europei. È autore di diversi libri fra cui Mazinga NostalgiaIl Drago e la Saetta. Modelli, strategie e identità dell’immaginario giapponeseConoscere i videogiochi e Shooting star. Sociologia mediatica e filosofia politica di Atlas Ufo Robot, mentre per RadioAnimati ha ideato e condotto la trasmissione Pillole di J-pop. Ha coniato lui per primo l’espressione Goldrake Generation.